Clos Masure.

Normandia_Devid_Rotasperti_Photographer

Non c’è niente che appaghi il senso estetico dell’uomo come l’espressione della creatività, unita ad una storia.
Lo so perché ieri sera ho rivissuto il senso di questa sensazione, nitida e profonda come un colpo di fulmine!
Non parlerò di Clos Masure solo perché l’Ente per il Turismo Francese ci ha mandato qui. Parlerò di questo hôtel de campagne® perché è un luogo dove l’intelligenza e la creatività di due persone hanno saputo ridare vita ad un luogo magico. E chiunque sappia portare bellezza in questo mondo merita, a mio avviso, una citazione. Clos Masure è innanzitutto un luogo dove il cuore della Normandia si fa pulsante, grazie alla natura unita ad una locale architettura. Qui, più di tutto, ad affascinarmi è stato il salotto dove un armadio dell’Ottocento si impone per dimensione e bellezza, narrando una storia che affonda le radici in un mondo lontano, quando in Europa non vi era nemmeno l’elettricità. Sua Maestà l’armadio, accoglie un caminetto in ceramica che profuma di storie raccontate, e pagine sfogliate nel silenzio della campagna normanna. Nella cucina, divisa dal salotto solo da uno stretto corridoio, scoppietta il fuoco accogliente di un secondo caminetto, a cui è appoggiata una lavagna curiosa che spiega all’ospite la “Biblioteca dei Vini”.

Io mi lascio rapire da questo luogo così romanticamente francese, chiedendo ai sensi di raccontarmi ciò che stanno vivendo, come fossero piccoli scolaretti in ascolto di una nuova lezione. Perché questo, a mio avviso, è il senso del viaggio: fare nuove conoscenze, aprire la mente a nuove dimensioni e catturare il maggior numero possibile di sensazioni. Ed è il gusto soprattutto, a narrarmi l’incontro migliore: quello con un piatto semplice, ma dal sapore estremamente pulito e inusuale, dove protagonisti sono una rapa rossa, del formaggio di capra locale ed un pomodoro giallo. Un matrimonio inconsueto, eppure così ben riuscito!
Come si fa a non innamorarsene?
A servircelo è Francois, uno dei due giovani proprietari che, indossato il grembiule da cucina, si è trasformato per noi in un perfetto chef!
Dunque, ieri, questi sono stati gli ingredienti della nostra serata: buon cibo, ottimo vino e un dialogo in francese e in inglese, ritmato dello scoppiettio della legna nel focolare.

Certo. Qui siamo stati portati per mano, ma ciò non toglie nulla all’incanto e alla poesia di Clos Masure, dove scarpe fashion stanno rinchiuse in vasi trasparenti appoggiati ad un caminetto, i tovaglioli decorano i lampadari e la giornata inizia con una singolare domanda: “Di che colore volete la tazza del latte, questa mattina?”

Trackback from your site.

You might also like

Leave a Reply